… degustando degustando!

…poichè le parole sono come il vino, hanno bisogno del respiro e di tempo perchè il velluto della voce riveli il loro sapore definitivo. (Luis Sepùlveda)

Ristorante Marconi – Sacco Marconi (BO)

Lascia un commento

Ristorante Marconi – via Porrettana, 291 • 40037 Sasso Marconi (BO) • ITALY tel. +39 051 846216

Marconi1Piacevole serata, trascorsa Venerdì scorso allo stellato Ristorante Marconi dello chef Aurora Mazzucchelli e del fratello Massimo, sommelier professionista e padron di sala.

L’arredamento del Ristorante è elegante, luminoso, minimal, si è a proprio agio quasi da subito.

La selezione dei piatti può avvenire ordinando alla carte oppure scegliendo da questa il menù degustazione che più ci aggrada, decidendo soltanto se comporlo di 4 o 7 portate.

La carta dei vini è semplicemente fantastica, ampia, di qualità con un occhio attento ai vini provenienti da agricoltura biologica e biodinamica.

Il menu di degustazione che ho provato era di 7 portate a cui sono stati aggiunti altri due piatti, un benvenuto della casa ed un pre-dessert.

L’ordine con cui i piatti sono stati presentati è il seguente:
Scampo crudo, funghi e ricotta al ginepro
Mare d’inverno, canocchia, alghe, fasolaro e aringa
Capasanta, cavolo, carciofo, arancio e caco
Gnocchi, vongole e humus di mare
Maccherone ripieno d’anguilla affumicata, ostrica cruda e spinaci
Luccio, tè affumicato, zucca, zenzero e verza
Ananas in raviolo con ricotta, caffè, uvetta e pinoli

La cucina della Mazzucchelli mi ha rapito da subito, per la bella presentazione dei piatti e l’esplosione dei sapori presente in tutte le portate, anche se inevitabilmente alcuni piatti hanno maggiormente entusiasmato i miei gusti.

Tra questi Lo scampo crudo servito su di un succulento brodo di funghi e pezzetti di ricotta di capra adagiata sullo scampo. Piatto delicato anche se al contempo i sapori erano ben determinati.

Altro piatto che definirei come un tripudio di sapori è stato Il maccherone ripieno d’anguilla affumicata, in cui il sapore delle ostriche esterne al ripieno della pasta contribuiva a far diventare il piatto sublime.

Infine Il raviolo di ananas, con ricotta, uvetta, pinoli e cosparso sfere di caffè che davano il vero tocco finale e la marcia in più a questo buonissimo e fantasioso piatto.

Il mare di inverno invece il piatto che non ti aspetti, consistenze per me nuove come la spuma di ghiaccio con canocchie completata nel piatto con alghe, fasolaro, aringa e la forte sensazione odorosa appunto del mare di inverno che è coadiuvata dalla sensazione di freddo proveniente dalla spuma di ghiaccio.

Il vino che ho abbinato alla serata è stato Gli Eremi 2009 un Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva Azienda Agricola La Distesa.

Davvero bravi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...